Lettera al Presidente CNR su modalità di circolazione delle informazioni all’interno dell’Ente


Roma 24 luglio 2017

Prot: 42/2017

 

Al Presidente del CNR

presidenza@cnr.it

 

e p.c.:

 

All’Ufficio Relazioni Sindacali

relazioni.sindacali@cnr.it

Alle OO.SS.

rosa.ruscitti@cnr.it

organizzazione@flcgil.it

cisl.ricerca@mclink.it

marcelloleoni@vodafone.it

f.pagani@cisl.it

nazionale@uilrua.it

americo.maresci@cnr.it

segreteria@usiricerca.it

ivan.duca@cnr.it

 

Oggetto: modalità di circolazione delle informazioni all’interno dell’Ente

 

Egregio Presidente,

l’ANPRI rileva da tempo un preoccupante e costante deterioramento delle corrette modalità di circolazione delle informazioni all’interno dell’Ente da Lei presieduto. Tale deterioramento si traduce in un appannamento dell’immagine del CNR, in una caduta di coinvolgimento del Personale e in una scarsa efficacia delle relazioni sindacali.

In particolare, rileviamo che con sempre maggiore frequenza si “viene a conoscenza” di importanti decisioni dei vertici dell’Ente (Presidente, CdA, DG, ecc.) attraverso la circolazione di documenti non ufficiali o semplicemente da comunicazioni verbali, che poi si rivelano fondate.

Ci limitiamo a richiamare la Sua attenzione su alcuni dei più significativi e su recenti episodi:

  • nel corso della riunione del 7 luglio c.a. si è venuti a conoscenza che è stata istituita, si suppone dal CdA, una commissione, di cui fanno parte componenti dello stesso CdA, che valuta i requisiti dei colleghi per i quali sono proposti rinnovi di contratti a tempo determinato; l’esistenza di tale commissione è stata confermata dalla Dr.ssa Gabrielli presente alla riunione;
  • abbiamo appreso dal blog “il nostro CNR”, attraverso un post del Dr. Amato, che è stata istituito un tavolo di lavoro per la stesura del Regolamento di Organizzazione e Funzionamento dell’Ente, la cui composizione non è nota al personale dell’ente, così come non sono noti i criteri utilizzati per la scelta dei componenti del tavolo;
  • abbiamo appreso, leggendo l’OdG relativo alla riunione del CdA del 25 luglio 2017, che è prevista l’approvazione di nuovi criteri per i concorsi a tecnologo. La scrivente O.S. non ha ricevuto alcuna informativa a riguardo, mentre sembra che il documento circoli fra il personale;
  • abbiamo appreso, ancora dall’OdG relativo alla riunione del CdA del 25 luglio 2017, che è prevista l’approvazione del Piano Triennale del CNR, del quale non ci risulta siano stati acquisiti in alcuna forma i dovuti contributi da parte dei Ricercatori e Tecnologi dell’ente, come prevede una concreta applicazione della Carta Europea dei ricercatori; non abbiamo ricevuto alcuna informativa al riguardo, mentre, di nuovo, ci risulta che il documento circoli fra il personale.

Pensiamo che si debba immediatamente intervenire per sanare questa situazione, e Le chiediamo pertanto di rendersi parte attiva per evitare che indiscrezioni e voci, che spesso si dimostrano vere, diventino l’unico canale di comunicazione e informazione del più grande, prestigioso Ente di ricerca del Paese.

Riteniamo come ANPRI, e come cittadini, che sia improrogabile da parte del CNR l’adozione di comportamenti trasparenti e rispettosi di precise regole di informazione nelle relazioni sindacali, in particolare, come nel caso richiamato, quando sono in gioco scelte sull’allocazione delle risorse umane. Scelte che devono essere comprese da tutti, quando riguardano l’utilizzo delle risorse pubbliche.

Sono troppe le ombre che non fanno vedere con chiarezza il futuro del CNR. Sono molte ancora le resistenze ad applicare veramente la Carta Europea dei ricercatori. Far cessare immediatamente le cattive prassi che Le abbiamo evidenziato è essenziale, se si vuole il bene del CNR e del Paese.

 

FGU-Dipartimento Ricerca

Sezione ANPRI CNR

.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*