COMUNICATO 10.11.2017 APERTA ALL’ARAN LA TRATTATIVA PER IL RINNOVO DEL CCNL


Ieri 9 novembre 2017 si è ufficialmente aperta all’ARAN la trattativa per il rinnovo del contratto del comparto “Istruzione e Ricerca”.

Illustrando i principali obiettivi contenuti nell’ Atto di indirizzo, il presidente dell’Aran Gasparrini ha spiegato che il mandato ricevuto dal Governo impone all’ARAN di armonizzare – fin dove possibile – le discipline degli ex 4 comparti (scuola, afam, università e ricerca). Pertanto, il nuovo contratto avrà una parte generale comune a tutti i settori del comparto e una sezione specifica per ogni ex comparto.  Ha inoltre confermato che le risorse economiche attualmente stanziate nella legge di Bilancio per il rinnovo contrattuale metteranno a disposizione circa 85 euro medi mensili pro-capite per finanziare sia gli aumenti tabellari che il salario accessorio.  Confermato anche che la legge di bilancio contiene norme che garantiscono il bonus fiscale di 80 euro per chi già lo percepisce.

Tutte le organizzazioni sindacali presenti al tavolo (tra cui FGU-UNAMS, della cui delegazione faceva parte il coordinatore generale del Dipartimento Ricerca Liana Verzicco) hanno espresso scetticismo sulla possibilità di chiudere il contratto entro l’anno – per la complessità del nuovo comparto che mette insieme realtà molto diverse – e valutato come insufficienti le risorse attualmente stanziate per il rinnovo contrattuale, sottolineando la necessità di prevedere – nella legge di bilancio attualmente in discussione alle Camere – risorse aggiuntive, senza le quali non sarà possibile “valorizzare le specifiche professionalità” come l’Atto di indirizzo si prefigge.

E’ stato inoltre ribadito che la trattativa dovrà riguardare anche i ricercatori e tecnologi attualmente dipendenti di ANPAL e INAIL.

Impegnandosi a rendere veloce la trattativa, Il presidente dell‘Aran ha preannunciato una nuova convocazione a breve, probabilmente relativa ai diversi tavoli che si dovranno occupare delle sezioni specifiche, rimandando a un momento successivo il tavolo che dovrà regolare la parte comune.

 

FGU-UNAMS Dipartimento Ricerca

.

.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*