Comunicato 3/1/2018: RIPARTE LA CONTRATTAZIONE PER IL RINNOVO DEL CCNL


Il 2 gennaio 2018 si è tenuta la seconda riunione di trattativa per il comparto Istruzione e Ricerca (la prima si era tenuta il 9 novembre 2017).

Il Presidente dell’ARAN Gasparrini ha proposto di concordare il metodo da seguire per avviare concretamente la contrattazione in un comparto complesso e articolato come quello dell’Istruzione e Ricerca. Trattandosi di un nuovo comparto formato da quattro precedenti ex-comparti (scuola, università, ricerca e Afam) la contrattazione si dovrà svolgere su due binari: uno in cui saranno trattati gli aspetti normativi “comuni” a tutto il comparto e uno, parallelo, in cui si affronteranno le norme specifiche di ogni sezione in tavoli separati e distinti.

Tutte le OO.SS. presenti si sono pronunciate per avviare da subito il negoziato, definendo un calendario serrato di incontri, chiedendo all’ARAN di predisporre una bozza a partire dalla quale avviare il confronto di merito.

Intervenendo a nome della delegazione FGU-UNAMS (di cui facevano parte rappresentanti di tutti i dipartimenti) il coordinatore nazionale Rino di Meglio ha sottolineato la necessità di fare un contratto “presto ma anche bene”, che non appiattisca le peculiarità delle sezioni bensì valorizzi  “le specificità dei singoli comparti, scuola, università, ricerca e Afam, che sono un dato di realtà di cui tenere conto, senza farsi dettare i tempi dalla imminente campagna elettorale e incantare dalle sirene del voto”.

 

Il confronto tra ARAN e sindacati è stato aggiornato a giovedì 4 gennaio, per cominciare a discutere le principali questioni riguardanti le “parti comuni”: relazioni sindacali e risorse finanziarie disponibili per il nuovo contratto.

 

Il Coordinatore  generale  di FGU-Dipartimento Ricerca

Liana Verzicco

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*