COMUNICATO FGU-ANPRI ENEA DEL 25 LUGLIO 2017


 

 

Il 17 luglio si è svolta la prevista riunione delle OO.SS. rappresentative del comparto EPR, sempre a tavoli separati, con la Vice Direzione PER di ENEA, avente il seguente OdG:

 

  1. Applicazione del Piano di fabbisogno del personale e Piano di reclutamento
  2. Fondo per il salario accessorio 2016

 

L’incontro a cui ha partecipato FGU-Ricerca Sezione ANPRI,  è avvenuto, come quello precedente, allo stesso tavolo di USB.

Per quanto riguarda il punto 1 dell’OdG, il vice direttore PER ha comunicato che il decreto interministeriale che si stava attendendo da parte di MISE e MEF è stato emesso e pertanto, accettata la dotazione organica prevista da ENEA con 532 nuove assunzioni future, l’Ente può procedere per quest’anno alla emissione dei bandi assunzionali per 163 unità. È però arrivata anche richiesta di chiarimenti dal MEF su una tematica sconosciuta (non resa pubblica) alla quale il MISE si sta accingendo a rispondere.

A partire dal 18 luglio e fino al 25 luglio gli uffici del Personale, sentiti gli organi di vertice, e dopo aver consultato il board dei direttori, prepareranno le bozze dei profili da richiedere nei bandi che dovrebbero essere pronti per il 26 luglio. Sicuramente i bandi usciranno dopo il 31 luglio, data del prossimo incontro con le OO.SS..

Ci saranno 6 bandi diversi per livello e profilo che saranno abbastanza ampi e di cui uno riservato ai 22 interessati dalla legge 125/13, per un totale di 163 unità alle quali si aggiungono 8 interessati da mobilità in entrata (2 da ENIT, 3 dalla CROCE ROSSA ed altri 3 non specificati).

Nel caso in cui il numero di domande pervenute dovesse essere cospicuo si procederà a prove preselettive (quiz) per ridurre ad un decimo il numero dei concorrenti finali.

Per cercare di fare evitare la prova preselettiva a coloro che hanno maturato notevole esperienza in ENEA e agli esterni che abbiano elevata qualificazione, si sta cercando una soluzione, non facile da trovare, però.

Per i vincitori del concorso si prevede l’assunzione negli ultimi giorni di dicembre 2017.

È ovvio che poiché la procedura di stabilizzazione prevista dalla legge Madia dovrà avvenire a partire dal1 gennaio 2018, a valere su un piano di fabbisogno 2018-20120, a questo concorso parteciperanno sicuramente tutti coloro i quali hanno un contratto a TD e tutti coloro i quali hanno un assegno di ricerca.

Per quanto riguarda i 34 TD da stabilizzare sottoinquadrati, circa 28 di loro possiedono anche il dottorato e quindi alla fine solo circa 6 saranno veramente sottoinquadrati qualora non dovessero vincere il concorso. Di questi 2 non hanno laurea tecnico-scientifica.

A precisa domanda di FGU riguardante il caso in cui alcuni interessati da stabilizzazione non dovessero vincere il concorso, l’ENEA ha dichiarato di essere intenzionata ad usare la procedura di stabilizzazione prevista dalla legge Madia.

FGU-ANPRI aveva già espresso alcuni dubbi su tali procedure in quanto si sarebbe dovuto sapere in anticipo l’elenco degli stabilizzandi. Invece così si sottoporrà inutilmente un cospicuo numero di persone ad uno stress praticamente inutile. L’Ente ha assicurato che comunque nel computo finale ci sarà un punteggio per la valorizzazione professionale in ENEA.

Per quanto riguarda il punto 2 dell’OdG, l’ENEA ha sottoposto alle OO.SS. l’analisi di bilancio per la costituzione del fondo del trattamento accessorio per l’anno 2016. A tal riguardo si dovranno tenere incontri tecnici con le OO.SS. a partire dal prossimo settembre per l’analisi dell’utilizzo di tali fondi.

Inoltre l’ENEA ha sottoposto alle OO.SS. l’ipotesi di modifica della disciplina sul c.d. “Conto terzi” che andrà in vigore da settembre 2017. In questa nuova disciplina scompare l’apporto di gruppo e scompaiono le quantità trascurabili di emolumenti aggiuntivi. Solo chi può vantare una somma non inferiore a 500 € potrà averla; gli altri no.

Infine, è stata allargata la platea dei percettori ai Progetti ed anche ai dipendenti dell’amministrazione  in quanto attività di supporto, che propriamente però non svolgono attività tecnico-scientifica!

Saranno i capi dipartimento a stabilire la percentuale di contributo da parte di queste entità nell’ambito delle attività dipartimentali.

Il prossimo incontro si terrà il 31 luglio con all’OdG l’applicazione del piano di fabbisogno del personale e il piano di reclutamento.

 

La delegazione FGU-ANPRI ENEA

.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*