Comunicato ANPRI su incontro sindacale al CREA del 6 ottobre 2015


Logo CREA

Il 6 ottobre 2015 si è svolta presso il CREA di via Nazionale, alla presenza del Commissario Straordinario e del Direttore Generale f.f., una riunione con all’ordine del giorno la risoluzione delle problematiche legate al personale precario ex-INEA, in relazione a quanto discusso al tavolo tecnico di venerdì 2 ottobre u.s..

In sintesi quanto comunicato dal Commissario Straordinario e dal Direttore Generale f.f:

– 15/16 dipendenti con contratto a tempo determinato saranno assunti a tempo indeterminato a seguito della procedura di stabilizzazione, che dovrebbe concludersi entro la fine del mese di ottobre;

– 76 dipendenti con contratto a tempo determinato sono considerati “prorogabili” secondo le norme vigenti;

– sarà indetta comunque una selezione pubblica per dare la possibilità ai tempi determinati non “prorogabili” di ottenere il rinnovo del contratto ed ai colleghi Co.Co.Co. di essere assunti con contratto a tempo determinato;

– i dipendenti con contratto di lavoro a tempo determinato appartenenti alle categorie protette saranno stabilizzati, previa verifica con gli uffici competenti delle norme vigenti.

Il Commissario ha infine precisato che qualunque tipo di soluzione contrattuale per il personale precario (proroghe, rinnovi o nuovi contratti) sarà adottata solamente previa verifica delle risorse finanziarie, in assenza delle quali non sarà possibile procedere alla stipula dei contratti.

A tal proposito, ha riferito di essere fiducioso sull’assegnazione a breve delle risorse relative alla Rete Rurale Nazionale 2014/2020 e che si sta lavorando al perfezionamento per l’assegnazione delle risorse della RICA per il 2016.

L’ANPRI, nell’esprimere apprezzamento per la linea adottata dall’Amministrazione sulle modalità di mantenimento del personale precario ex-INEA, ha rappresentato l’opportunità di estendere le soluzioni più favorevoli, attuate per i colleghi ex-INEA, a tutto il personale precario del CREA e, nel contempo, di consentire la stipula, ovviamente nei limiti temporali permessi (31-12-2016), dei contratti Co.Co.Co programmati difficilmente trasformabili in contratti a TD.

Tuttavia riteniamo che la disponibilità delle risorse finanziarie rappresenta un tassello cruciale per il buon esito del percorso avviato, incidendo direttamente sulla data di decorrenza nonché sulla durata dei contratti.

 

Roma, 8 Ottobre 2015                                                                 La delegazione ANPRI

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*