Dal MIUR un bando da 497 milioni per la ricerca industriale che incentiva la collaborazione pubblico-privato


Un avviso MIUR del 13 luglio 2017 invita a presentare progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree di specializzazione individuate dal PNR 2015-2020, a ciascuna delle quali è assegnato il budget di 472.415.504, 00 Euro. Al budget totale per le 12 aree si aggiungono i fondi per valutazione e monitoraggio, per uno stanziamento totale di 497 milioni di euro. Le risorse provengono dal PON “Ricerca e Innovazione” 2014-2020 (per 327 milioni di euro) e dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (per 170 milioni di euro).

Le risorse sono destinate per 393 milioni di euro alle Regioni del Mezzogiorno, meno sviluppate e in transizione, e per 104 milioni di euro alle Regioni del Centro-Nord, per attività che abbiano ricadute a vantaggio delle medesime Regioni del Mezzogiorno.

I progetti di ricerca dovranno vedere la partecipazione di almeno una PMI e di almeno una Università o Ente pubblico di ricerca di cui all’art. 1 del D.Lgs. 218/2016 e dovranno avere costi complessivi da un minimo di 3 fino a 10 milioni di euro ciascuno. Le domande potranno essere presentate tramite i servizi dello sportello telematico SIRIO, a partire dalle ore 12.00 del 27 luglio 2017 e fino alle ore 12.00 del 9 novembre 2017.

.

Questa notizia è stata pubblicata nella Newsletter ANPRI n. 10 del 28 luglio 2017.

.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*