RIFINANZIATO IL FONDO INVESTIMENTI E SVILUPPO INFRASTRUTTURALE: NUOVE RISORSE ALLA RICERCA


Questa volta le notizie sono positive. Il Consiglio dei Ministri ha approvato nella giornata del 24 febbraio scorso il Decreto per la ripartizione del Fondo investimenti, che è stato rifinanziato dalla legge di bilancio 2018 con oltre 36 miliardi di euro dal 2018 al 2033. Infatti, la manovra di bilancio 2017 aveva già istituito nello stato di previsione del Ministero dell’Economia e delle finanze, un Fondo per assicurare il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese in determinati settori di spesa (tra cui la ricerca) con uno stanziamento di 47 miliardi di Euro. La legge di bilancio 2018 ha quindi previsto un nuovo impulso al Fondo medesimo. L’importo di competenza del MIUR è pari a 4,2 miliardi di Euro, di cui 1,1 miliardi alla ricerca. I finanziamenti saranno destinati in parte al First (250 milioni; Fondo Investimenti nella Ricerca scientifica e tecnologica, all’interno del quale sono compresi i principali strumenti di finanziamento a progetto per ricerca e sviluppo), in parte al Fisr (25 milioni; Fondo integrativo speciale per la ricerca, all’interno del quale sono compresi investimenti specifici per finalità connesse al raggiungimento degli obiettivi del PNR-Piano Nazionale della Ricerca), in parte al CNR (600 milioni genericamente destinati “allo sviluppo delle politiche scientifiche”), in parte all’INAF (185 milioni per il Cherenkov Telescope Array e Square Kilometer Array), in parte infine all’INFN (15 milioni all’infrastruttura di calcolo scientifico). Nonostante la diversa destinazione, tutti gli importi sono comunque volti al finanziamento di infrastrutture scientifiche – larghe infrastrutture, flagship, apparecchiature, e consentono il mantenimento di capacità di ricerca all’interno degli Enti attraverso la partecipazione a specifici programmi internazionali e attraverso l’ammodernamento di apparecchiature obsolete.

.

Questa notizia è stata pubblicata nella Newsletter ANPRI n. 2 del 18 marzo 2018

.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*