Vai alla barra degli strumenti

Chi siamo

L’ANPRI è un’Associazione professionale apolitica e senza fini di lucro, che riconosce tra i propri obiettivi primari la tutela e la valorizzazione di ricercatori, tecnologi e alte professionalità operanti nel settore della ricerca scientifica o tecnologica.

L’ANPRI ritiene infatti che la valorizzazione dei ricercatori e del loro lavoro sia indispensabile per una vera promozione della ricerca, come affermato anche dalla Carta Europea dei Ricercatori.

Valori dell’Associazione sono autonomia e autogoverno dei ricercatori, carriere per merito scientifico, disciplina dei diritti e doveri secondo i criteri propri della comunità scientifica internazionale.

L’ANPRI è stata fondata nel 1986. Dal 1998 l’ANPRI aderisce alla CIDA – Federazione Dirigenti e Alte Professionalità Funzione Pubblica e dal 2017 è affiliata alla stessa CIDA. Dopo la costituzione di FGU-Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI nel 2017 per mantenere la rappresentanza di Ricercatori e Tecnologi degli Enti pubblici di ricerca (EPR) ai tavoli negoziali, l’ANPRI ha modificato nel 2018 lo Statuto per focalizzare il proprio ruolo come associazione professionale e culturale, mantenendo la rappresentanza sindacale limitatamente agli organismi di ricerca diversi dagli EPR.

Lo statuto prevede che i Ricercatori e Tecnologi iscritti a FGU-Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI siano anche riconosciuti come soci ANPRI, salvo loro rinuncia, e che lo stesso Dipartimento Ricerca-Sezione ANPRI sia socio istituzionale dell’ANPRI.

L’ANPRI è presente su tutto il territorio nazionale e nella maggior parte degli Enti pubblici di ricerca italiani, nonché nel Settore Ricerca dell’INAIL (formatosi nel 2010 per effetto della soppressione dell’ISPESL e del suo trasferimento nell’INAIL) e nel CIRA. Sono soci ANPRI anche diversi pensionati già in servizio negli Enti di ricerca.

Gli Organi dell’associazione sono il Presidente, il Consiglio Direttivo, il Collegio dei Revisori dei Conti e il Collegio dei Probiviri, tutti elettivi e di durata quadriennale. L’Assemblea dei Soci determina gli indirizzi generali dell’Associazione e il suo assetto organizzativo.

Per il raggiungimento dei suoi fini istituzionali e sociali, l’ANPRI promuove l’esame ed il dibattito intorno ai temi più rilevanti attinenti alla politica culturale e scientifica nazionale, in particolare quelli relativi allo status del ricercatore e, per gli iscritti non afferenti al comparto Istruzione e Ricerca, svolge funzione di rappresentanza degli associati in ambito giurisdizionale e sindacale. In questo quadro, l’Associazione mantiene rapporti sia con le forze politiche e parlamentari deputate al settore della ricerca, sia con le rappresentanze istituzionali del mondo scientifico.

L’ANPRI pubblica una propria rivista, “Analysis“, che ospita saggi e documenti sulle più rilevanti questioni di cultura e politica della ricerca, come pure interventi di interesse specifico per i singoli settori in cui la ricerca scientifica e tecnologica è articolata.